Documentary

Il Re del Po – Alberto Manotti

© Marco Finelli
739Views
Il Re del Po – Alberto Manotti
Italy
Il Re del Po – Boretto (RE)

“Nessuno è più ricco di me! Io ho quattro cose che fanno di me il più ricco del mondo, io ho il Po, io ho la natura, io ho il tempo e ho i bambini che vengono a giocare. Prendi uno sceicco, il più ricco del mondo, secondo te le può comprare queste cose? Ti sembra una cosa da poco?”

È un susseguirsi di racconti e di ricordi quelli che Alberto Manotti racconta a tutti quelli che lo vanno a trovare nel suo regno, un posto unico, un posto magico che vive e si trasforma in continuazione, nutrendosi di una strana mescolanza di tronchi, chiodi ricurvi, alberi, bottiglie, vecchie sedie che si trasformano in altalene, e di tutto ciò che la corrente del Po regala ad Alberto; il tutto condito con l’ingrediente magico che unisce tutti questi elementi giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno, “la fantasia”.

Una visione del mondo e delle cose sicuramente unica e un po’ bizzarra che non lascia indifferenti e che nella sua singolarità regala a chi la vive, anche solo per qualche minuto, un viaggio nella fantasia unico ed affascinante.
Alberto accoglie tutti nel suo regno, ma soprattutto aspetta i bambini, quelli che riescono probabilmente a capire meglio il significato della sua incredibile costruzione in eterna mutazione.
Non importa se l’ultima piena si è appena portata via quasi tutto, ora è il momento di ricostruire, con il caldo e la bella stagione torneranno di nuovo i bambini e c’è bisogno di farli giocare nel loro meraviglioso mondo di fantasia.

Submit Your Photo Essay
Marco Finelli
the authorMarco Finelli
Marco Finelli, fotografo emiliano classe 1974, diplomato presso l’istituto statale d’arte Paolo Toschi di Parma. Ho scelto la fotografia come forma artistica d’espressione per rappresentare la mia personale visione della società e di ciò che ci circonda. Il mio obiettivo è quello di esprimermi attraverso un linguaggio fotografico delicato e pulito. Sono amante del paesaggio e della figura umana, la mia è una continua ricerca che approfondisce e indaga le dinamiche che legano il bello ed il suo antitetico al quotidiano. Sono particolarmente legato alle mie origini e amante della terra nativa in cui vivo tuttora, trovo spesso ispirazione dagli autori che hanno contribuito a rendere la fotografia italiana ed emiliana in particolare, famosa in tutto il mondo interpretando in modo spontaneo e creativo il mondo che mi circonda.

Leave a Reply