Advertisement
We stand with 🇺🇦 STOP WAR
Short stories

In una stanza

La stanza aveva tre letti. Perfetti. Senza una piega. Sul muro un chiodo. Pareti azzurre.

Una mia cara amica, di cui potrei innamorarmi, entra col suo sposo. È bellissima. Sua sorella sorride. Sua sorella sorride? Perché? Io ho smesso di amarla. Forse non se ne è accorta e dovrei dirglielo.

Beatrice mi viene presentata. Pare allegra ma in questa stanza la sua tristezza si nota chiaramente. Almeno, io la noto. Siamo tutti allegri ma piangiamo. Non siamo uniti che da questo.

Beatrice mi chiede dei soldi. Sono imbarazzato. Cerco qualcosa da darle. Con impaccio. Freneticamente. Le mie mani nelle tasche. Trovo dei soldi. Pochi. Lei è contenta. Sono tutti contenti. Le auguro di essere felice. Di divertirsi. Sappiamo entrambi che non sarà possibile.

Lei si avvicina alla porta, si volta e mi guarda con occhi lucidi. Mi dispiace che stia male. Suo fratello è in ospedale. È grave. Forse morirà.

Beatrice esce e già mi manca.

Support PRIVATE Photo Review Support PRIVATE

Sebastiano Diciassette

Sebastiano Diciassette è nato a Bari dove si è laureato in Lingue e Letterature Straniere. Sue liriche e racconti sono stati pubblicati su varie antologie e riviste. Dopo "Il cielo era sereno come da sempre" e "L’erba prima di calpestarla", la sua più recente raccolta poetica è "La verità del vetro" (G.C.L. Edizioni, 2022).

Leave your opinion:

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Related Articles

Check Also
Close
Back to top button
Close

Adblock Detected

We have detected that you are using adblocking plugin in your browser.

The revenue we earn by the advertisements is used to manage this website, we request you to whitelist our website in your adblocking plugin.
😳