Documentary

Chupanan

© Gianluca Ceccarini
318Views
Chupanan
Iran

Elburz, Iran – Agosto 2018


Chupanan è il termine fārsī per indicare i pastori.

La famiglia di Reza vive di pastorizia ed ogni anno rinnova l’antica pratica della Transumanza spostando le greggi dai pascoli a valle fino alle montagne.

Nascosta in una splendida valle nell’estremità orientale delle montagne dell’Elburz, la loro capanna pastorale, in fārsī  orom, e’ costruita con fango e paglia, circondata dagli stazzi per le bestie.

Elburz, Iran – Agosto 2018

Durante il soggiorno in montagna si occupano delle greggi, producono miele, un formaggio fatto stagionare nelle pelli di capra, il pane  komack cotto sotto la brace del camino, lo yogurt e il kashk un preparato a base di  di yogurt fermentato.

L’altopiano iraniano è formato perlopiù da un vastissimo territorio desertico circondato da due grandi catene  montuose: i monti Elburz e Zagros.

Un territorio difficile su cui sono nate grandi civiltà anche e sopratutto grazie alla capacità di adattamento e sfruttamento delle risorse in condizioni spesso estreme: il repertorio di tecniche per la formazione delle Oasi ad esempio, che sono alle origini dei grandi agglomerati urbani,  l’arcaico sistema dei qanat, canali sotterranei lunghi decine di chilometri, che hanno permesso per secoli l’approvvigionamento di acqua dalle montagne alle zone aride pianeggianti, e la pratica pastorale della Transumanza.

Elburz, Iran – Agosto 2018

Elburz, Iran – Agosto 2018

Nell’Iran contemporaneo esistono ancora gruppi di nomadi che praticano la Transumanza tra le terre calde del Golfo Persico e le terre fresche dell’altopiano; altri gruppi di nomadi e seminomadi sono sparsi in tutto il paese.

La pastorizia è da secoli una delle attività principali e nonostante l’urbanizzazione e l’industrializzazione economica molte persone sono ancora impegnate in questo settore mantenendo vive tecniche di caseificazione e pratiche lavorative secolari.

Una di queste pratiche è proprio la Transumanza, un’operazione fondamentale per garantire alle greggi erbe fresche in ogni stagione dell’anno, un processo di razionalizzazione del territorio in relazione all’uso dei pascoli, la quale comporta spostamenti ciclici stagionali delle greggi fra due o più pascoli complementari, sfruttati stagionalmente, situati rispettivamente in pianura nei mesi freddi e in montagna in primavera ed estate

Elburz, Iran – Agosto 2018

Nella storia di ogni popolo fenomeni di spostamento come la Transumanza  non solo hanno permesso lo sviluppo di attività economiche fondamentali per la produzione di cibo ma hanno consentito parallelamente la diffusione di cultura, di tecniche e saperi.

Elburz, Iran – Agosto 2018

Ciò che si muoveva lungo le grandi e piccole vie di transumanza non erano semplicemente uomini e bestie ma un’intera “cultura pastorale” che trascinava con se memorie, saperi artigianali, tradizioni magico-religiose.

Le modalità del vivere del pastore transumante si alternano tra la stabilità e la precarietà, l’attaccamento sedentario alla terra e l’essere nomade in  continuo movimento da un luogo ad un altro.

Elburz, Iran – Agosto 2018

Elburz, Iran – Agosto 2018

Elburz, Iran – Agosto 2018

Elburz, Iran – Agosto 2018

Elburz, Iran – Agosto 2018

Elburz, Iran – Agosto 2018

Gianluca Ceccarini
I studied Anthropology and in all the field research I've always used the camera because I am convinced that images have the strength to tell the complexity of reality often more than words. The images are semantic containers, the photos are always dense structures of meaning. "…behind every image there is always another image" (D. Crimp). I'm interested in photography when it tells stories, especially if the stories are out of the ordinary. Some of my shots have been used for anthropological articles in specialized magazines, essays and museum installations. The passion for Anthropological research and Ethnographic photography has inevitably brought me closer to Street Photography and to projects of Visual Storytelling, convinced that among the different photographic approaches there are many convergences and stimulating possibilities of interconnection.

Leave a Reply