Documentary

Al-Batin The Hidden

© valeria gradizzi
1.29KViews
Al-Batin The Hidden
Turkey

Dervisce si baciano le mani in un gesto di sostegno e rispetto. Turchia 2018

Il sufismo è una pratica spirituale di origine islamica, una strada da percorrere per raggiungere la completa fusione dell’individuo con la sostanza universale.

Obbligate a nascondersi a causa di leggi discriminatorie nei loro confronti, invisibili al mondo islamico che crede il sufismo femminile illegittimo, vivono così le donne all’interno dell’islam mistico, conducendo una rivoluzione silenziosa e senza armi, tutta al femminile.
Sono sufi, dervisce, donne che provano a cambiare la loro vita spirituale, mettendo in primo piano il cuore, per seguire liberamente la filosofia islamica ispirata dall’amore.
Il loro è un cammino ascetico che si affronta a passo di danza, vorticando in spirali che travolgono i sensi fino al superamento dello stato naturale, aprendo alla contemplazione.
Un cammino che è insieme esercizio e divozione. Illuminate dall’amore per Allah si riuniscono per danzare una preghiera estatica, per tracciare con il loro corpo quelle linee circolari che spingono l’anima verso la commistione con l’universo intero, dove non esistono limiti, restrizioni, differenze, raggiungendo così una sorta di trance, unico stato che permarrà loro di sentirsi il più vicine possibile al loro amato.

Allora Allah chiese a Mosè:
“Perchè non consentire ad ogni uomo di lodarmi a modo suo?”

Perciò viene da chiedersi, perché noi non possiamo consentire ad ogni donna di lodare a modo suo? La legge che esse amano, rispettano e proclamano attraverso le loro movenze precise e controllate, è la stessa che le condanna per l’esecuzione di queste pratica, il cui esercizio è riservato agli uomini.

Contro la legge, contro la morale, contro la società; in una parola, donne.
Allah Al-Batin, Dio il nascosto, Dio l’invisibile.

Interno di una abitazione dove, le donne, si ritrovano per la preghiera. Turchia 2018

Donna Sufi, Trance. Iran 2017

Donne sufi suonano i tamburi per lodi e preghiere ad Allah. Iran 2017

Interno della sala da musica nel palazzo Ali Qapu. Esfhan, Iran 2017

Donne sufi durante il dhikr, atto devozionale con cui si prega Allah . Iran 2017

Donne sufi durante il dhikr, atto devozionale con cui si prega Allah . Iran 2017

Paesaggio, Kurdistan. Iran 2017

Bosforo, Istanbul. Turchia 2018

Dervisca compie un movimento girando su se stessa a rappresentare la comunicazione fra cielo e terra, nascita e morte. Turchia 2018

Dervisca rende omaggio a tombe di maestri sufi. Turchia 2018

Bosforo, Moschea Blu, Istanbul. Turchia 2018

Valeria Gradizzi
Valeria Gradizzi is a photographer from Verona. His passion has always been the photographic report characterized by strong social themes. Winner of numerous awards, she is currently working on a photographic project about Middle Eastern Sufi women. Awards: 2014 Semifinalist photoluxfestival Leica Awards - 2015 Honorable mention PX3 Prix and the Photographie Paris - 2016 Short List at the international popcap competition 16 - 2016 First Prize at the Festival pierrevert-nuitsphotographiques - France - 2018 Honorable mention at the 12th Julia Margaret Cameron Award Exibithion: 2015 No Limits to Fly Gallery "Looking for Mr. Evans from New York to Havana" - 2015 Photolux - Real Collegio - Lucca - 2016 festival pierrevert-nuitsphotographiques - France - 2016 Darkroom Project 6 - Muro Leccese - 2016 First Vision - Belvedere Gallery - Milan - Tevere Art Gallery - Rome - 2018 Magazzini Fotografici - Who knows what's going on in the ladies parlour! - Napoli - 2019 Foto gala awards - Barcelona.

Leave a Reply